Home POLITICA ROMA Roma, da oggi nessun limite orario per gelaterie, parrucchieri e rosticcerie

Roma, da oggi nessun limite orario per gelaterie, parrucchieri e rosticcerie

Stop ai vincoli di orario per gelaterie, pizzerie al taglio, rosticcerie, pasticcerrie, ferramenta, negozi di termoidraulica, bricolage e vernici. Lo ha deciso la sindaca Raggi che oggi ha firmato una nuova ordinanza in vigore fino al 30 giugno 2020 per disciplinare gli orari di apertura delle attività commerciali, artigianali e produttive. Da oggi si potrà perciò fare una passeggiata anche a tarda sera gustando un gelato o intrattenersi dal coiffeur per una messa in piega complicata.

Nessun limite orario infatti anche per parrucchieri ed estetisti, i cui clienti restano più a lungo all’interno del negozio e necessitano quindi di orari prolungati. Tornano agli orari pre Covid anche le attività di autoriparazione come le autofficine (meccanici, elettrauto, carrozzieri, gommisti), e le concessionarie auto con laboratorio di riparazione e assistenza.

Per le altre attività 3 fasce orarie

Le altre attività – raggruppate per tipologia – seguiranno tre diverse fasce orarie di apertura e chiusura, dal lunedì al sabato:

•        F1: raggruppa gli esercizi di vicinato del settore alimentare, le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare, i panificatori. Potranno decidere fra due opzioni: F1A (apertura dalle ore 7.00 ed entro le 8.00 – chiusura entro le 15.00) ed F1B (apertura dalle ore 7.00 ed entro le 8.00 – chiusura non prima delle ore 19.00).

•        F2: comprende i laboratori non alimentari, con apertura da effettuarsi nell’intervallo dalle ore 9.30 alle ore 10.00 – chiusura entro le ore 19.00.

•        F3: costituita da esercizi di vicinato e medie e grandi strutture di vendita del settore non alimentare, Phone center – Internet point, con apertura da effettuarsi nell’intervallo tra le 10.00 e le 11.00 – chiusura non prima delle ore 19.00.

Le disposizioni dell’Ordinanza valgono anche per gli esercizi commerciali e artigianali inseriti nei Centri Commerciali. Le cartolerie, le cartolibrerie e le librerie potranno scegliere discrezionalmente tra gli orari della fascia F2 e quelli della fascia F3.

Quanto alla giornata di domenica e ai festivi, l’eventuale orario di apertura al pubblico non è assoggettato alle fasce sopra menzionate ma alla normativa regionale e statale di riferimento.

Per gli esercizi commerciali che svolgono attività mista – settore alimentare e non alimentare – sarà possibile scegliere discrezionalmente una delle fasce orarie di apertura al pubblico sopra descritte, relativamente ai titoli posseduti. Vale l’obbligo di esporre, in maniera tale da essere visibili anche all’esterno del locale, il codice scelto o assegnato (F1A, F1B, F2, F3) nonché il relativo orario di esercizio.

Resta ferma ogni prerogativa statale e regionale in ordine al mutare delle circostanze di carattere sanitario, e la facoltà del titolare dell’attività in ordine all’apertura o meno della stessa sia nei giorni feriali che in quelli festivi.