Home POLITICA ROMA Scuole Roma, al lavoro per riaprire a settembre. 5 strutture a municipio...

Scuole Roma, al lavoro per riaprire a settembre. 5 strutture a municipio per centri estivi

L’Amministrazione Capitolina ha avviato i lavori di coordinamento con i Municipi per sostenere, già a partire da giugno, la programmazione e gli interventi negli oltre 500 nidi e scuole dell’infanzia comunali (e negli istituti comprensivi) in vista della riapertura a settembre.

I Municipi dovranno prevedere la ricognizione degli spazi interni ed esterni delle singole strutture, di giardini e aree verdi limitrofe e di altri spazi gestiti dall’Amministrazione. Obiettivo, individuare soluzioni idonee ed efficaci per la riapertura.

Le azioni, di competenza municipale, potranno prendere avvio subito per poi ampliarsi durante l’estate una volta emanate le linee guida del Governo. Le indicazioni nazionali potranno venir “declinate” sulla città con il sostegno e il coordinamento dell’Amministrazione Capitolina, anche grazie al supporto della task force comunale per la scuola.

Centri estivi

“Abbiamo contestualmente dato indicazione ai Municipi – aggiunge l’assessore capitolino Veronica Mammì – di tenere liberi durante i mesi estivi i nidi, la cui apertura è prevista di norma per prima, il 1° settembre. Dando al contempo disponibilità di circa cinque scuole dell’infanzia capitoline a Municipio per realizzare i centri estivi laddove non si riuscissero a trovare altri spazi, in quanto l’apertura in questo secondo caso avviene di norma il 15 settembre. Ciò al fine di non mettere a rischio le attività propedeutiche necessarie a garantire la ripresa del regolare servizio del prossimo anno”.

“Per sostenere con forza l’apertura dei centri estivi in tutta la città – sottolinea Mammì – in ambienti tra cui parchi, giardini, strutture pubbliche e private, come Amministrazione Capitolina abbiamo stanziato 4 milioni di euro a beneficio dei Municipi, oltre ai 2 milioni già assegnati ed erogati dal Dipartimento Politiche Sociali sulla base dei progetti proposti dai Municipi. Chiediamo a tutti grande responsabilità e continuiamo a lavorare, con forza, con due impegni precisi: sostenere l’apertura dei centri estivi con importanti risorse assegnate al territorio e avviare, al contempo, tutti i lavori necessari per arrivare pronti a settembre, per l’apertura del nuovo anno educativo e scolastico a cui tutti guardiamo con attenzione, serietà e assoluto impegno”.