Home CRONACA ROMA Pomezia, 12 gravidanze per evitare 30 anni carcere: presa borseggiatrice

Pomezia, 12 gravidanze per evitare 30 anni carcere: presa borseggiatrice

Arrestata più di venti volte è sempre stata rilasciata grazie a 12 gravidanze. La donna sapeva che se sorpresa in stato interessante avrebbe evitato il carcere e così è andata avanti per diversi anni. Questa volta la bosniaca 33enne, specializzata in borseggi non è riuscita ad evitare il carcere.

Si era rifugiata con i suoi figli in un appartamento a Torvaianica, dove già in passato aveva stabilito la sua “base operativa”. Dopo accurate indagini i Carabinieri della locale Stazione l’hanno rintracciata mentre passeggiava sul lungomare con l’ultimo figlioletto, un bimbo di appena un anno.

Alla vista dei militari, la 33enne ha riferito che stava per costituirsi e non ha opposto alcuna resistenza. Dagli accertamenti è emerso che in questi ultimi anni aveva fornito spesso nomi diversi ed era stata arrestata più di 20 volte tra Roma e Milano.

Ora nel carcere di Rebibbia dovrà scontare un cumulo di 12 sentenze per una somma complessiva di 30 anni di reclusione.

Inoltre la donna, in un servizio della trasmissione “Le Iene” del 24 ottobre 2018 sulla presenza delle borseggiatrici a Venezia, si era resa protagonista di un’aggressione nei confronti dell’inviato.