Home POLITICA ROMA Raggi rilancia il murale con Sordi ma il web non perdona: propaganda...

Raggi rilancia il murale con Sordi ma il web non perdona: propaganda batte decoro

Dal bacio tra Di Maio e Salvini al Papa che gioca a tris. Tanti i murales comparsi tra le strade di Roma e subito rimossi dall’Ama per ripristinare il decoro urbano. Tra questi ci sarà il graffito con Alberto Sordi che porta a spasso la sindaca? Al momento pare di no. Il murale opera dello street artist Harry Greb è comparso ieri in via San Cosimato a Trastevere in omaggio al centenario della nascita dell’attore.

La coppia Sordi-Raggi in Vespa ha subito scatenato l’entusiasmo del popolo M5s fino al sindaco in persona che su Twitter ha rilanciato l’immagine. Idea “autocelebrativa” che si è trasformata però in un autogol. Una valanga di commenti negativi accusano la Raggi di usare due pesi e due misure, di essersi dimenticata del decoro urbano, ma anche di egocentrismo e di fare propaganda.

Inoltre nel murale-tributo a Sordi, Albertone nei panni di ‘Un americano a Roma’ è in compagnia della sindaca “con cui – spiega l’artista – fare un ipotetico giro in moto per la città, mostrando che c’è ancora tanto da fare”.

A metterci il carico il Pd capitolino “per l’amor del cielo facciano attenzione alle buche. Il grande maestro diceva che ‘Roma non è una città come le altre. È un grande museo, un salotto da attraversare in punta di piedi’. Con Raggi il salotto è diventato una pattumiera”.