Home POLITICA ROMA Salvini: Roma e Lazio ostaggio di 2 incapaci. Raggi neanche col mantello...

Salvini: Roma e Lazio ostaggio di 2 incapaci. Raggi neanche col mantello di Wonder Woman

“A Roma e nel Lazio serve un cambio. I cittadini sono ostaggio di due incapaci. Con un segretario di partito che dovrebbe fare il governatore ma la situazione gli è sfuggita di mano e una sindaca che non ha nemmeno il sostegno del suo partito spero che la primavera prossima possano avere un futuro di cambiamento non solo i cittadini di roma ma di tutto il Lazio”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, nel corso di una conferenza stampa nella sede del Consiglio regionale del Lazio “per portare luce sulle mascherine acquistate dalla Regione Lazio e mai consegnate, con milioni di euro di soldi pubblici impegnati”.

Per Roma una squadra di 50 persone

“La Lega sarà presto protagonista della riscossa a Roma e nel Lazio. Nella Capitale – ha detto Salvini – serve una squadra speciale, un gruppo di almeno 50 persone, che riparta dal decoro e dalla decenza. Va ridisegnata l’intera struttura”. “Va bene avere più poteri e più soldi, – ha aggiunto – ma se noi hai una squadra in grado di gestirli non servono. Alla Raggi potremmo dare anche il mantello di Wonder Woman e riempirla di miliardi ma se non sei capace non sei capace“.

Candidato sindaco? “Allenatore arriva alla fine, ma non serve tessera di partito”

Sul candidato sindaco della Lega Salvini ha detto: “Il nome dell’allenatore arriva alla fine. Serve la squadra, servono persone in gamba”. “Non è necessario che il sindaco abbia la tessera di partito in tasca: può essere un manager che vuole mettersi al servizio della città”.

Sul caso mascherine: “Procura venga in Regione”

“Cercasi magistratura libera e indipendente. Undici distrazioni per 35 milioni meritano oggi la presenza della magistratura qui. Faccio appello alla Procura di Roma: venite a fare visita qui. I cittadini di Roma e del Lazio meritano giustizia”. Lo ha detto il leader della Lega sul caso delle mascherine in Regione Lazio “è uno scandalo che qualcuno cerca di coprire”. “Se c’è bisogno porterò io i documenti in procura, perché sono milioni di euro pagati di tasse finiti nel cesso”. “E’ stato sentito il governatore Fontana sulle vicende della zona rossa a Bergamo – ha sottolineato – ora aspettiamo che anche Zingaretti sia ascoltato. Quando accadrà vorrà dire che la giustizia è uguale per tutti”.

Ostia Comune

Salvini da autonomista ha ribadito inoltre che “Ostia debba essere un Comune. Perchè è lontano dalla mente del Campidoglio e degli amministratori e quindi avrebbe dignità, popolazione e necessità per essere un Comune autonomo”.