Home CRONACA ROMA Roma, vuole convertire bitcoin ma è una truffa: 5 denunciati

Roma, vuole convertire bitcoin ma è una truffa: 5 denunciati

Una truffa nella compravendita di criptovaluta è stata scoperta dai “Falchi” della Sesta Sezione della Squadra Mobile di Roma. Denunciate 5 persone, di cui tre dell’Est Europa.

Dopo aver individuato on line la vittima un sudamericano interessato a comprare un terreno vicino Roma con criptovaluta è partita la trattativa. Prima l’incontro in un bar su viale Ippocrate poi lo scambio di contante in un vicino hotel. L’uomo era stato infatti convinto ad abbandonare l’ipotesi di acquisto e scambiare la criptovaluta con denaro contante.

Nell’albergo i poliziotti hanno visto i truffatori armeggiare con una valigetta piena di denaro, mentre la vittima era ad una postazione computer nella hall.

Terminate le operazioni, i tre hanno iniziato un conteggio di denaro, con l’utilizzo di un macchinario “conta banconote”. Gli agenti però si sono accorti che il conteggio stava avvenendo con un evidente raggiro. Le banconote conteggiate, dopo essere riposte all’interno di una nuova valigetta, venivano rimesse in circolazione per essere nuovamente contate. Il tutto senza che la vittima si accorgesse di nulla.

Visto il chiaro raggiro in atto, i poliziotti hanno fatto ingresso all’interno dell’albergo. All’interno della valigetta c’erano circa 270.000 euro di banconote false, oltre a qualche banconota da 200 euro, vera, ma utilizzata nelle operazioni di calcolo.

La persona truffata è stata accompagnata in Questura per sporgere denuncia di furto. Mentre tutte le persone presenti nell’albergo, peraltro pregiudicate per specifici reati, sono state denunciate per tentata truffa.