Home POLITICA ROMA Castel Romano, ultimatum a Raggi sul campo nomadi: sgombero

Castel Romano, ultimatum a Raggi sul campo nomadi: sgombero

L’ultimatum sul campo nomadi di Castel Romano è agli sgoccioli. Sgombero o bonifica entro oggi, oppure interverrà la Regione Lazio. Lo scorso 24 giugno la Asl Roma 2 ha chiesto infatti al Comune di Roma “di intervenire con urgenza per eseguire lo sgombero. Ove questo non sia possibile per il particolare momento storico, di effettuare una bonifica ambientale entro e non oltre i prossimi sette giorni. Per riqualificare l’ambiente, e ripristinare condizioni igienico sanitarie accettabili a tutela della salute degli abitanti del Villaggio”.

La situazione nell’area è gravissima e lo è da anni. Roghi tossici continui, sversamento di rifiuti speciali e pericolosi in una gigantesca discarica abusiva a cielo aperto. Un’emergenza ambientale e sanitaria, confermata dalle ispezioni di Asl e Arpa, incompatibile con la presenza nell’area del campo rom che ospita oltre 500 persone.

Ieri in Regione Lazio si è svolto l’incontro con i comitati dei cittadini e Roberta Angelilli, esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia che ha annunciato un esposto in procura per chiedere di verificare se siano stati commessi dei reati riguardo al mancato intervento del Comune di Roma. Inoltre Angelilli ha spiegato che “La Regione ha predisposto un’ordinanza contingibile che permette di intervenire autonomamente per ripristinare le condizioni di sicurezza e salute della zona”. Una zona che ricade in una riserva naturale.