Home ATTUALITÀ Movida, 5mila controlli in una settimana: 10 locali chiusi a Roma

Movida, 5mila controlli in una settimana: 10 locali chiusi a Roma

Sono stati oltre 5mila i controlli svolti nell’ultima settimana dai Carabinieri nelle aree della movida capitolina. Circa 2.500 le persone identificate e 150 gli esercizi pubblici controllati. 10 sono stati chiusi.

Il titolare non rispetta la quarantena: chiuso locale a Monti

A Monti, un locale che vende alimenti anche da asporto è stato chiuso per 5 giorni. Il titolare, di nazionalità egiziana, non ha osservato il previsto periodo di quarantena fiduciaria. Un altro esercizio commerciale è stato sanzionato per aver venduto alcol oltre l’orario consentito.

Rissa per una catenina smarrita: 7 ragazzi denunciati

Sette i ragazzi denunciati per rissa, tutti 19enni romani, bloccati, in via dell’Arco del Monte vicino a piazza del Monte di Pietà. A far partire il litigio lo smarrimento della catenina nel corso della serata. Per fortuna nessuno di loro ha riportato ferite, ma solo lievissime escoriazioni.

Trastevere

A Trastevere sono stati controllati vari esercizi commerciali: 4 dei quali sanzionati per carenze igienico sanitarie. In un negozio di kebab sono stati sequestrati circa 3 kg di generi alimentari senza tracciabilità. Due locali sono stati chiusi poiché violavano le norme Covid e impiegavano in nero 2 lavoratori.

Pigneto

Nella zona pedonale del Pigneto due locali sono stati sanzionati e chiusi per non aver rispettato le distanze minime tra le sedute. I tavolini erano a soli 40 cm circa di distanza, senza che vi fossero separatori per evitare il contagio per contatto accidentale e diffusione di droplet. Sempre al Pigneto rilevate infrazioni commesse dagli esercenti di tre negozi di generi alimentari che hanno messo in vendita alcol oltre il limite orario. Inoltre sono stati chiusi per 3 giorni due bar che non facevano rispettare la distanza interpersonale.

San Lorenzo

A San Lorenzo, i Carabinieri hanno denunciato tre minorenni sorpresi di notte a danneggiare veicoli in via dei Marsi. E’ stato chiuso per due giorni un minimarket, gestito da un cittadino del Bagladesh. All’interno c’erano 10 persone senza mascherine, che non rispettavano il distanziamento. In altri due locali con spazi molto limitati, sono state identificate 20 persone senza mascherina. Sanzionati i gestori e disposta la chiusura provvisoria delle attività.

Piazza Bologna

Nell’area di Piazza Bologna, sono stati sanzionati 5 locali, i cui titolari permettevano ai dipendenti di non indossare la mascherina durante il servizio. Uno, il cui titolare è risultato recidivo, è stato chiuso per 5 giorni. Nel corso dei controlli, 19 persone sono state sanzionate per inottemperanza al regolamento di polizia urbana in materia di consumo di alcool. Sanzioni per oltre 3.000 euro e 11 per violazione delle norme anti assembramento. In via Lorenzo il Magnifico, un negozio di vicinato è stato sanzionato per clienti assembrati senza mascherina. In piazza Istria, un esercizio pubblico è stato sanzionato e chiuso per folla all’interno. In Viale Ippocrate, un locale è stato sanzionato per mancanza prodotti igienici per la sanificazione in bagno.