Home ATTUALITÀ Rifiuti Roma, sequestro Tmb Rocca Cencia. Ama: “Impianto operativo”

    Rifiuti Roma, sequestro Tmb Rocca Cencia. Ama: “Impianto operativo”

    Trattamento dei rifiuti non conforme alle norme e irregolarità in materia di sicurezza e tutela dei lavoratori. Con queste motivazioni il tribunale di Roma ha disposto il sequestro cautelare preventivo di parte del Tmb di Rocca Cencia di Ama. Sono inoltre indagati dalla Procura di Roma sei ex o attuali manager della municipalizzata dei rifiuti. Tra cui Massimo Bagatti e Stefano Bina, rispettivamente ex amministratore unico ed ex direttore generale di Ama. Il giudice ha nominato amministratore giudiziario Luigi Palumbo, che ha lo stesso ruolo per il consorzio Colari.

    Ama: Tmb operativo e funzionante

    Ama ha subito precisato che l’impianto TMB di Rocca Cencia con il quale la municipalizzata stabilizza i rifiuti indifferenziati “è operativo e regolarmente funzionante”. “Il decreto di sequestro preventivo disposto dalla Procura di Roma riguarda, infatti, esclusivamente il bacino di stabilizzazione aerobica, – prosegue Ama in una nota – per il quale vengono disposti interventi di adeguamento tecnico”.

    Spetterà ora al commissario Palumbo verificare lo stato degli impianti e decidere le operazioni di manutenzione del Tmb di Rocca Cencia dove vengono scaricate 700 tonnellate di rifiuti indifferenziati ogni giorno. Il rischio? Che si possa arrivare allo stop dell’impianto anche parziale con conseguenziale caos rifiuti per la Capitale.

    L’indagine è partita dagli esposti presentati da cittadini per i cattivi odori nell’area intorno all’impianto.