Home CRONACA ROMA Movida, chiuso stabilimento a Fregene per assembramenti: stop a 2 locali di...

Movida, chiuso stabilimento a Fregene per assembramenti: stop a 2 locali di Trastevere

Controlli alla movida a Roma e Fiumicino. Durante lo scorso fine settimana la Polizia di Stato ha chiuso per 5 giorni una sala giochi a Fiumicino per assembramenti e per il mancato utilizzo delle mascherine, inoltre gli agenti hanno disposto la chiusura, per 5 giorni, di uno stabilimento balneare di Fregene per assembramenti durante l’esibizione di un noto cantante, nel corso di una festa privata la sera del 15 luglio.

Inoltre a Fregene, durante i posti di controllo effettuati nei punti di ritrovo e sul lungomare, sono stati sanzionati i conducenti di tre minicar. Avevano apportato ai veicoli modifiche non compatibili con i certificati di conformità. Tre di questi, minorenni, sono stati riaffidati ai genitori.

Nel corso dell’ultima settimana è proseguita senza sosta l’attività di controllo dei Carabinieri nell’ambito della Movida dello storico quartiere di Trastevere. Le verifiche hanno riguardato in particolare il rispetto delle prescrizioni relative al divieto di assembramento nei luoghi pubblici ovvero presso i locali, anch’essi tenuti a rispettare e a far rispettare le indicazioni contenute nei provvedimenti governativi, della Regione Lazio e del Comune di Roma Capitale in materia di prevenzione e contenimento del contagio da Covid-19.

A Trastevere chiusi 2 locali

Nel corso dell’ultima settimana oltre 1.200 persone sono state identificate dai Carabinieri che hanno pattugliato le vie e i vicoli di Trastevere. Su 20 attività commerciali controllate, 11 sono state multate per irregolarità.

Chiusura provvisoria di 5 giorni per 2 locali di via San Francesco a Ripa, per il mancato rispetto delle misure previste dal protocollo Covid-19. Per altri 2 locali, uno in via della Pelliccia e uno in via del Politeama, è stata inviata la segnalazione alla competente Asl per l’eventuale adozione della sospensione della licenza in quanto sono state rilevate carenti condizioni igieniche. Un locale di vicolo del Cinque è stato sanzionato dai Carabinieri. Sono stati rinvenuti 10 kg di generi alimentari sprovvisti di tracciabilità e quindi sequestrati. Negli altri 6 locali, tra piazza Triussa, via Mameli, via Garibaldi e vicolo del Cinque, sono state riscontrate violazioni riguardanti la presenza di lavoratori irregolari, mancato rispetto delle procedure Haccp e violazioni in materia igienico sanitaria. In totale sono state elevate sanzione amministrative per 26.600 euro.