Home POLITICA ROMA Roma, dopo un anno e sette mesi torna l’assessore ai Rifiuti: Raggi...

Roma, dopo un anno e sette mesi torna l’assessore ai Rifiuti: Raggi sceglie Katia Ziantoni

Katia Ziantoni (foto profilo Facebook Katia Ziantoni)

Sarà Katia Ziantoni il nuovo assessore ai Rifiuti per Roma. La delega è rimasta alla sindaca Raggi dalle dimissioni dell’ex assessora Pinuccia Montanari (febbraio 2019) contraria alla decisione di Giunta di bocciare il bilancio 2017 di Ama.

Ziantoni lascerà perciò l’incarico di assessora alle Politiche dell’Ambiente, Mobilità, Decoro Urbano, Patrimonio, Benessere e Tutela degli Animali nel Municipio Roma VI.

Immediata la reazione politica. “Una scelta, a pochi mesi dalla campagna elettorale, che sembra più una nomina strategica che una decisione per il bene della città. Probabilmente – dice Laura Corrotti, consigliere Lega Regione Lazio – la Raggi, dopo lo scontro interno al Movimento 5 Stelle sulla sua ricandidatura, ha creduto necessario accontentare quei pochi rimasti a lei fedeli”.

“Visionando il curriculum della titolare all’ambiente del VI municipio – dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina – non ci appaiono le competenze che invece sarebbero necessarie unitamente ad una capacità programmatica e rilanciare veramente il settore dei rifiuti che, con i 5 Stelle in Campidoglio, si è aggravato notevolmente con montagne di spazzatura in strada che attira topi, gabbiani e cinghiali. Il sindaco, invece di risolvere i problemi dei romani e cercare di abbassare la costosissima Tari, continua a ricompensare gli amici per cercare sostegno nella prossima campagna elettorale”.

Per il Codacons la nuova assessora ai Rifiuti di Roma Capitale dovrà incontrare gli utenti per confrontarsi sulle criticità che riguardano la raccolta della spazzatura in città. “La questione dei rifiuti è uno dei problemi che più assilla i cittadini romani – spiega il presidente Carlo Rienzi -. A fronte di una tariffa Tari elevatissima gli utenti ottengono un servizio che non funziona, e che porta le strade a essere invase di sporcizia con interi quartieri dove si accumulano e rimangono ogni giorno sui marciapiedi quintali e quintali di rifiuti. Le segnalazioni dei residenti vengono ignorate sia dall’Ama che dal Comune, in uno scaricabarile che alimenta il degrado, specie nelle periferie. Per tale motivo – conclude Rienzi – chiediamo un incontro urgente al nuovo assessore affinchè si confronti con i cittadini sul problema dei rifiuti e sulle sue possibili soluzioni”.