Home POLITICA ROMA Referendum, affluenza Roma sotto la media nazionale: al seggio arrivano i cinghiali

Referendum, affluenza Roma sotto la media nazionale: al seggio arrivano i cinghiali

Al termine della prima giornata di voto nel quadro del Referendum costituzionale sulla riduzione del numero dei parlamentari l’affluenza complessiva nel Lazio è stata del 33,06%. Sei punti in meno della media nazionale (39,38%). Più bassa ancora l’affluenza media nella Città metropolitana di Roma 32,77%.

Nella Capitale, secondo i dati diffusi dal Comune, il numero massimo di votanti si è registrato nel municipio VIII con un’affluenza del 35,58%. Seguono il II municipio (34,35), il VII (34,34), il Municipio I (33,62). Fanalino di coda con un’affluenza del 28,82 il Municipio VI. Una media cittadina che complessivamente si attesta al 32,45%.

Tutte più alte le altre altre province laziali: 34,28 a Frosinone, 33,12 a Latina, 33,96 a Rieti e 34,33% di affluenza a Viterbo.

Dopo una vigilia al cardiopalmo per la caccia a presidenti e scrutatori, ieri il primo voto nell’era Covid si è svolto senza particolari intoppi. Fuori programma nel seggio di via Giuseppe Taverna a Monte Mario dove una famiglia di cinghiali è stata filmata e postata sui social dagli elettori incuriositi mentre scorrazzava nel giardino.