Home POLITICA ROMA Coronavirus, no zone rosse in provincia di Latina ma obbligo di mascherina...

Coronavirus, no zone rosse in provincia di Latina ma obbligo di mascherina h24

(foto pagina Facebook Ministero della Salute)

A Latina obbligo di mascherina tutto il giorno fino al 15 ottobre e cento euro di multa per chi non rispetta l’ordinanza. Dopo il vertice in Prefettura dove ha prevalso il no sull’ipotesi zone rosse in provincia di Latina, il sindaco del Capoluogo pontino, Damiano Coletta, è tra i primi a firmare l’ordinanza per fronteggiare l’emergenza Covid. Stessa decisione per il Comune di Fondi e di Formia. Uno dopo l’altro, tutti i Comuni della provincia di Latina dovranno inasprire le misure di contenimento.

“Questa mattina (ieri ndr) presso la prefettura di Latina si è svolto un incontro per definire le misure di contenimento del contagio – spiega il sindaco di Formia Paola Villa sul suo profilo Facebook – Formia contrariamente a tutte le voci circolate in queste ore non è stata dichiarata zona rossa, ma per tutti i comuni della provincia è stato chiesto un inasprimento delle misure di contenimento, tutti i sindaci dei comuni della provincia provvederanno a rilasciare ordinanza con l’obbligo di utilizzo delle mascherine per tutto l’arco delle 24 ore. Il distanziamento sociale deve essere più osservato possibile”.

Il sindaco di Latina dopo averlo concordato all’interno del Tavolo della Sicurezza con il Prefetto, Maurizio Falco, con il Presidente della Provincia, Carlo Medici, e con il Direttore Generale della Asl, Giorgio Casati, ha firmato l’ordinanza numero 231, che impone “a chiunque, di indossare correttamente, fino alla data del 15 Ottobre 2020, il dispositivo di protezione individuale (mascherina facciale) su tutto il territorio comunale e senza distinzioni di orari, su tutte le aree pubbliche e/o aperte al pubblico ove non sia possibile garantire il rispetto delle norme sul distanziamento sociale, fatta eccezione per i minori al di sotto dei 6 anni nonché per i soggetti che presentino forme di incompatibilità certificata con l’uso continuativo della mascherina. Al mancato rispetto della presente Ordinanza verrà applicata una sanzione amministrativa di euro 100”.