Home CRONACA ROMA Torrino, il quartiere “fa rete” contro rapinatore di anziani: arrestato

Torrino, il quartiere “fa rete” contro rapinatore di anziani: arrestato

Si avvicinava alle vittime di spalle colpendole alla testa con bottiglie e piatti. Questo il modus operandi di un 26enne romano arrestato con l’accusa di aver rapinato due anziani a Roma nel quartiere del Torrino. L’identificazione del rapinatore è avvenuta grazie all’attività dei Carabinieri della Stazione di Torrino Nord e alla collaborazione dei cittadini del quartiere che hanno fornito notizie utili per lo sviluppo delle indagini, scambiandosi informazioni su social network.

Al termine di un’attività di indagine dei Carabinieri della Stazione di Roma Torrino Nord, diretta dal Gruppo reati gravi contro il patrimonio, coordinato dal Procuratore Aggiunto Dr.ssa Lucia Lotti, il Gip del Tribunale di Roma ha emesso un’ordinanza che dispone l’arresto ai domiciliari per un 26enne romano, incensurato accusato di aver compiuto due rapine aggravate in danno di due anziani, avvenute nel corso dell’estate nel quartiere del Torrino, a distanza di poco più di un mese una dall’altra.

Le due rapine sono state messe a segno d’estate a distanza di poco più di un mese una dall’altra. Lo scorso 4 agosto, in via Deserto del Gobi, una signora di 75 anni è stata colpita con una bottiglia di vetro, una prima volta alle spalle e con altri due colpi alla testa, tali da mandare in frantumi la bottiglia. Dopo aver stordito la vittima l’aggressore ha potuto prendere la borsa con un telefono cellulare e 100 euro. Un mese dopo sempre nella stessa zona (via Pechino angolo via Deserto del Gobi), il 26enne ha tentato di rapinare un uomo di 69 anni colpendolo violentemente in testa con un piatto di porcellana. Nelle tasche dell’anziano però non c’era niente da rubare.