Home ATTUALITÀ Coronavirus Lazio, iniziato potenziamento drive-in: priorità a tamponi rapidi

    Coronavirus Lazio, iniziato potenziamento drive-in: priorità a tamponi rapidi

    Il drive-in a Pomezia (foto profilo Facebook Asl Roma 6)
    E’ iniziato il potenziamento dei drive-in nella Regione Lazio dopo i disagi registrati nei giorni scorsi con cittadini in fila per ore in attesa di poter fare il test.
    Sono già entrati in servizio i primi nuovi drive-in di Priverno e Aprilia (Asl Latina), di Pomezia (Asl Roma 6) e da questo pomeriggio entrerà in funzione anche il drive-in pediatrico del Sant’Andrea con prenotazione al numero 06.33778787. Da sabato pomeriggio entrerà in servizio il drive-in presso l’aeroporto di Guidonia (Asl Roma 5).

    Unità Crisi: drive-in arrivati a quota 38, obiettivo raddoppiare rete

    L‘Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio, specifica che i drive-in sono arrivati a quota 38 e “l’obiettivo è quello di raddoppiare la rete dei drive-in, sia in modalità pedonale che con automobile, in particolar modo sulla città di Roma dove ne sono previsti almeno altri 6 nei prossimi giorni a partire dalle Asl Roma 1 e Roma 2 che sono maggiormente sotto pressione”.

    Circolare ad Asl, medici e pediatri: priorità a tamponi rapidi

    “Sono state inoltrate con una circolare della Direzione regionale salute a tutti i direttori generali delle Asl, ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta i chiarimenti operativi per le modalità di prescrizione appropriata. Il tampone rapido test antigenico rappresenta lo strumento diagnostico di primo livello in una fase di screening massiva come quella attuale, mentre il test molecolare deve essere dedicato a conferme di eventuali positività al tampone rapido antigenico”. Lo comunica in una nota l’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio.
    Per i casi sospetti la tipologia consigliata e più veloce è il tampone rapido con la ricetta dematerializzata. Per la conferma di positività al test rapido o in sorgenza di sintomi, – prosegue la nota – la modalità di prescrizione è il test molecolare, sempre attraverso la ricetta dematerializzata. Tutte le prescrizioni dei test molecolari non accompagnate da dettagliata scheda di notifica alle Asl da parte dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta dovranno essere gestite come prescrizioni di test antigenici per agevolare la refertazione che avviene nell’arco di 30 minuti”.

    Tamponi rapidi a 22 euro: on line l’elenco delle strutture private autorizzate

    E’ on line l‘elenco delle prime 65 strutture private autorizzate dalla Regione Lazio per l’esecuzione dei tamponi rapidi test antigenici non a carico del Servizio sanitario regionale, al prezzo concordato di 22 euro, che verrà aggiornato periodicamente sul sito salutelazio.it