Home CRONACA ROMA Frosinone, accoltellato operaio al lavoro in cantiere frana strada della Vandra

Frosinone, accoltellato operaio al lavoro in cantiere frana strada della Vandra

Un operaio è stato accoltellato intorno alle 17 di ieri, domenica 25 ottobre, mentre si trovava al lavoro in un cantiere di Astral sulla strada regionale della Vandra, all’altezza dei comuni di Picinisco e S. Biagio Saracinisco dove nei giorni scorsi un nubifragio ha causato diverse frane.

Secondo quanto ricostruito l’aggressore ha discusso con l’operaio ferendolo al braccio. E’ stato perciò denunciato dai carabinieri per minacce e interruzione di un servizio di pubblica utilità.

“I giorni scorsi si sono svolti numerosi incontri con le cittadinanze e gli amministratori dei comuni interessati dall’interruzione, spiegando che Astral SpA avrebbe proceduto tempestivamente, lavorando anche sabato e domenica senza attendere di appurare di chi fossero le responsabilità. La stessa Azienda, esclusivamente negli interessi della cittadinanza, autorizzata dalla Regione Lazio e dal Consorzio di Bonifica della Valle del Liri, ha impiegato circa 1,5 milioni di euro per mettere in sicurezza tutta l’area” ha commentato Antonio Mallamo, Amministratore Unico di Astral SpA. .

“Quanto accaduto è deprecabile. Astral SpA insieme alla ditta di manutenzione – ha proseguito l’amministratore unico – aveva garantito il passaggio dei mezzi di soccorso e, celermente, si stava lavorando per assicurare il passaggio almeno agli studenti. Inoltre, si prevedeva nel giro di due settimane di terminare i lavori almeno per quanto riguarda il ripristino della circolazione”.

Astral SpA ha chiesto il presidio delle forze dell’Ordine al fine di procedere in sicurezza con il cantiere. Lo stesso impegno è stato più volte richiesto anche agli amministratori locali e ai cittadini che hanno potuto verificare di persona la celerità con la quale si sta operando. Spero – ha aggiunto Mallamo – che tutti gli amministratori e non solo alcuni, anziché cavalcare battaglie ideologiche senza senso, contribuiscano a calmare gli animi”.