Home CRONACA ROMA Concussione, arrestati pubblici ufficiali e funzionari a Roma

Concussione, arrestati pubblici ufficiali e funzionari a Roma

A caccia di abusi edilizi nel Municipio III per “portare lavoro” allo studio tecnico di cui facevano parte. E’ scattato all’alba il blitz della Polizia locale di Roma nei confronti di 4 dipendenti capitolini: due pubblici ufficiali dell’Ufficio Ispettorato Edilizio del Municipio III, un funzionario del Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica (PAU) di Roma Capitale e un funzionario della Polizia Locale del III Gruppo Nomentano indagati per episodi di concussione commessi ai danni di diversi cittadini.

La denuncia di un imprenditore dopo 3 anni di soprusi

L’indagine parte a metà del 2018, quando il titolare di una attività ricreativa nel III Municipio denuncia vessazioni e soprusi subiti a partire dal 2015 da parte del funzionario dell’Ufficio Tecnico del III Municipio. Dalla denuncia inizia l’attività investigativa coordinata dal Procuratore Aggiunto Paolo Ielo e diretta dal Sostituto Procuratore Alberto Pioletti con pedinamenti, perquisizioni e sequestri, intercettazioni telefoniche e ambientali oltre che all’assunzione di informazioni dalle altre “vittime”.

Funzionario socio dello studio tecnico dove venivano “indirizzate” le vittime

Si compone così il modus operandi del sodalizio: prescegliere la vittima, predisporre i controlli presso le attività o gli immobili individuati, evidenziare l’esistenza di abusi edilizi e formalizzare la contestazione. Si passava, poi, alla fase successiva, ovvero indirizzare le vittime verso lo studio tecnico di cui un funzionario era socio e presso cui collaboravano i colleghi al fine di sanare gli abusi.

L’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali eseguite questa mattina nei confronti dei 4 pubblici ufficiali e funzionari, sono state disposte dal Giudice per le Indagini Preliminari dott.ssa Antonella Minunni, a seguito della richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica di Roma.